Psicoterapeuta a Buccinasco

 

Per ognuno di noi sono diverse le circostanze di vita, le difficoltà ed i problemi che possono innescare una crisi e portare a un disagio psicologico. Ci si può sentire confusi e smarriti dopo la perdita di una persona cara, o la fine incomprensibile di un amore. Restare in balia di ansie e preoccupazioni dinanzi agli imprevisti della vita, nel timore che tutto vada per il peggio. Sentirsi insoddisfatti del proprio corpo e della propria immagine, al punto da non riuscire quasi più a pensare ad altro. Trascorrere la maggior parte dei giorni in preda ad apatia e tristezza senza poterne trovare una ragione. Oppure sentirsi inaspettatamente angosciati a seguito di eventi normalmente fonte di gioia, come sposarsi o avere dei figli.

Questi e molti altri possono essere i volti del disagio psicologico. E ambiti importanti della vita, come quello del lavoro o della famiglia, il rapporto con gli amici, o quello col partner, possono essere compromessi da un senso di profondo malessere, così come viceversa possono essi stessi innescarlo o acuirlo, anzichè rappresentare un sostegno per il suo superamento.


 

In questi casi un professionista del benessere psicologico può aiutarci a sentirci di nuovo padroni della nostra vita, a conoscerci meglio e a facilitare il raggiungimento dei nostri obiettivi esistenziali.

I periodi di intensa crisi e malessere psicologico portano con sè sofferenza e disorientamento ma, se ben affrontati, possono essere generativi di cambiamenti importanti e positivi. Infatti, un percorso psicologico può aiutare a sentirsi meglio, a raggiungere una maggior conoscenza di se stessi e consapevolezza delle proprie risorse, dei propri pensieri, delle emozioni e delle modalità relazionali.



Problematiche di cui mi occupo

 

Le problematiche di cui personalmente mi occupo (che mi limito qui a nominare; preciso che non si tratta di diagnosi ma di aree tematiche con esempi sul possibile stato della persona): 

 

Stati di ansia (ansia che riguarda specifiche situazioni di vita, oppure specifici ambiti della propria vita; ansia che pervade ogni momento della propria giornata; ansia che limita la propria vita; ansia che limita la libertà di movimento; paura specifica verso una particolare situazione);

Depressione e stati depressivi (tristezza profonda; senso di vuoto; senso di inutilità; fatica nell'affrontare la vita di tutti i giorni; sintomi fisici come mancanza di appetito, insonnia, stanchezza, spossatezza); 

Rimuginazioni ossessive o ripetizione ossessiva di atti (pensieri percepiti come intrusivi e incontrollabili che si ripetono e che non si riesce ad allontanare dalla propria mente; dubbi sull'aver o non aver compiuto un determinato gesto come chiudere il gas, la porta etc; ripetizione di gesti che si ha la sensazione di non riuscire ad evitare come lavarsi le mani, accendere e spegnere la luce, etc.) 

Somatizzazioni, ossia stati di malessere fisico per cui è stata constatata (ad esempio dal medico curante o dallo specialista) l'assenza di una causa organica alla base (mal di testa frequente; gastriti; sfoghi o irritazioni cutanee); 

Disturbi dell'alimentazione (anoressia; bulimia; obesità psicogena) 

Problemi sessuali (mancanza di desiderio sessuale; assenza di piacere; difficoltà di vario tipo durante l'atto sessuale) 

Difficoltà nelle relazioni sentimentali (timore del coinvolgimento affettivo; difficoltà a creare relazioni sentimentali stabili; difficoltà nella relazione sentimentale attuale) 

Difficoltà nelle relazioni interpersonali (timore del giudizio altrui; forte timidezza che genera inibizione; sentirsi bloccati; frequenti vissuti di rabbia; timore della dipendenza; paura della competizione)

- Difficoltà con la famiglia di origine (rapporti tesi con la propria famiglia di origine; difficoltà rispetto al conseguimento di una propria vita adulta autonoma rispetto alla famiglia di origine)

- Problemi di autostima (insicurezza marcata in uno o più aspetti della propria vita; non ritenersi all'altezza; non considerarsi di valore; non sentirsi considerati dagli altri)

- Problematiche "esistenziali" (difficoltà a trovare un senso alla propria vita; difficoltà ad individuare un proprio progetto di vita) 

Infertilità (problematiche emotive relative all'infertilità, impatto psicologico delle terapie mediche, infertilità senza cause organiche e a presumibile carattere psicogeno) 

Situazioni di lutto (problematiche emotive rispetto a lutti attuali; difficoltà nell'elaborazione di un lutto passato) 

Problematiche emotive connesse alle malattie organiche (Problematiche psicologiche connesse a malattie come i tumori o le malattie autoimmuni. Da un lato ci sono le problematiche di chi è malato, come: difficoltà relative alle trasformazioni corporee, angosce relative alla condizione di pericolo per la propria vita, difficoltà di comunicazione, insorte in seguito alla malattia, con le persone affettivamente vicine; da un altro lato ci sono le problematiche psicologiche dei familiari della persona malata).

Home Mi Presento Progetti Lo Studio Contatti

Copyright 2012-2014 © Dott.ssa Valentina VOLPE - Psicologa - Psicoterapeuta - Viale Lombardia 34, Buccinasco
Iscrizione Ordine degli Psicologi della Lombardia n 12658 - Tel.+39 389 5572957 - info@valentinavolpe.it